• Martedì 07 Giugno 2011 alle 9:59
Primo tunnel ferroviario solare del mondo: il progetto di Anversa

Sarà una linea di treni ad alta velocità, i Solar Bullet LLC che, nel prossimo decennio, muoverà in Arizona la prima linea ferroviaria a energia solare: 335 km/h che saranno raggiunti sotto una lunga, unica passerella dal tetto formato di pannelli fotovoltaici. Il progetto treni ‘solari’ inizia dall’Europa, dalla linea ferroviaria ad alta velocità Parigi -Amsterdam che viaggerà in un tunnel fotovoltaico il cui progetto, già in fase esecutiva, permetterà l'alimentazione al treno.


Per evitare il taglio di centinaia di alberi il treno attraversa un tunnel sopraelevato rispetto alla vegetazione conferendo al progetto una doppia attenzione all’ambiente: da una parte il mancato taglio di parte del bosco e dall’altra la messa in funzione dei sedicimila moduli che riusciranno a produrre un quantitativo di energia sufficiente ad alimentare tutti i treni del Belgio per un giorno all’anno, contribuendo anche al funzionamento della stazione di Anversa.
 

Il complesso, un tunnel lungo poco meno di 3,4 km, si troverà nei dintorni di Anversa e, stando a quanto riportato dal Telegraph sarà realizzato da Infinity, un'azienda belga specializzata nello sviluppo di grandi impianti fotovoltaici e sarà composto da 50 mila pannelli solari. L'installazione dei pannelli solari costerà 14 milioni di euro, tuttavia permetterà di evitare l'emissione nell'atmosfera di 47,3 milioni di tonnellate di CO2 in vent'anni


La potenza complessiva dell'impianto, 3300 MW per anno, è più o meno la stessa che viene consumata in 12 mesi da 950 famiglie, che continueranno a ricevere energia pulita: una parte dei quartieri di Anversa, infatti, riceverà elettricità proprio grazie ai pannelli solari, che quindi avranno una doppia funzione: erogare energia al convoglio ferroviario e alle famiglie. La nuova fonte verde servirà sia alla circolazione di quattromila treni all'anno, anche ad alta velocità, sia ad alimentare infrastrutture ferroviarie come segnaletica, riscaldamento in stazione, illuminazione. Con il progetto saranno tagliate 2.400 tonnellate di CO2 l'anno e secondo il gestore Infrabel rappresenta un'esperienza unica di questo tipo a livello europeo, perchè l'infrastruttura non alimenta solo i treni, ma si autorifornisce di energia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato nè utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply
T2 = 1.562,5000
T3 = 1.562,5000
T4 = 1.562,5000
T5 = 1.562,5000
T6 = 1.562,5000
T7 = 1.562,5000 > 44836,82 > 44836,8