• Giovedì 07 Giugno 2012 alle 8:59
Rifiuti elettronici: Campania prima nel Mezzogiorno per raccolta

Nonostante l’emergenza rifiuti che continua, dopo i difficili mesi scorsi, in Campania, la regione d’Italia nel 2011 si è posizionata prima nel Mezzogiorno per raccolta differenziata di apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee). Lo scorso anno, infatti, sono stati raccolti 15.706.740 chilogrammi di Raee con un incremento, rispetto al 2010, pari a 3,47%. Un aumento che, tuttavia, resta al di sotto della media nazionale che si è attestato al 6%, così come resta inferiore al dato nazionale la media pro capite: 2,69 chili rispetto ai 4,29 registrati in Italia.
 
Secondo l’assessore regionale all'Ambiente Giovanni Romano, si tratta di “un primato conseguito grazie all'impegno e al lavoro dei 551 sindaci campani che, attraverso il sistema della differenziata, delle isole ecologiche e dei centri di raccolta e coordinamento Raee, sono riusciti a intercettare questa tipologia di rifiuto”.

Ma sempre l’assessore ammette poi che “questo primato non ci appaga perchè siamo comunque al di sotto della media nazionale, ma la strada intrapresa è quella giusta”. In termini di quantitativi assoluti raccolti, la provincia di Napoli si pone al primo posto con oltre 7 milioni di chili, mentre è la provincia di Caserta la più virtuosa in termini di raccolta pro capite con una media di 4,36 chili, dato superiore a quello regionale. Fanalino di coda, le province di Avellino e Salerno.

Video: Raccolta rifiuti elettrici ed elettronici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato nè utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply
T2 = 1.562,5000
T3 = 1.562,5000
T4 = 1.562,5000
T5 = 1.562,5000
T6 = 1.562,5000
T7 = 1.562,5000 > 39922,46 > 39922,45