• Mercoledì 07 Luglio 2010 alle 9:59
Una nuova rete elettrica per portare energia rinnovabile dal Nord Africa in Europa. Il progetto

Una nuova rete elettrica che attraverserà il Mediterraneo per portare energia rinnovabile dal Nord Africa in Europa. E’ stata siglata ieri a Parigi un accordo industriale tra 12 società che parteciperanno al progetto Transgreen, elettrodotto inserito nel quadro del Piano Solare Mediterraneo, complementare alla rete Desertec, che prevede impianti nel deserto del Sahara. Farà parte all'operazione anche l'italiana Prysmian, la ex Pirelli Cavi, uno dei principali operatori mondiali nei sistemi per energia e telecomunicazioni.

Insieme a Prysmian parteciperanno a Transgreen gruppi europei come Abengoa, Alstom, Areva, Atos, Origin, Cdc Infrastructure, Edf, Nexans, Red Electrica de Espana, Rte, Siemens e Veolia. Non ha ancora ufficializzato la propria adesione Terna, ma sembra possibile che anche il gestore della rete italiana entri a breve nella partita.

Dopo la sottoscrizione dell'accordo, l'iniziativa si pone ora l’obiettivo di studiare la fattibilità della rete trans-mediterranea. I 12 partner faranno capo a un'entità giuridica comune che studierà gli aspetti tecnici, industriali ed economici, finanziari, regolatori ed istituzionali del sistema di trasmissione di energia che coinvolgerà tutto il Mediterraneo. Inizialmente costituito per un periodo di tre anni, il progetto Transgreen prevede l'apertura ad altre aziende provenienti dalla sponda sud del bacino. Scopo del piano è arrivare a fornire entro il 2050 fino al 15% del consumo di elettricità dell'Europa attingendo a fonti di generazione solare ed eolica installate in un'area che va dal Marocco al Medio Oriente.
 

Per raggiungere questo traguardo è prevista la costruzione, a Sud e a Est del Mediterraneo, di capacità di generazione di energia elettrica rinnovabile, principalmente solare, per 20 gigawatt entro il 2020. Di questi, circa 5 gigawatt prenderanno la direzione dell'Europa. Per raggiungere l'obiettivo sarà necessaria la realizzazione di nuove strutture di trasporto e interconnessione, soprattutto sistemi sottomarini in cavo ad alta e altissima tensione in corrente continua.


 

Video: La rete elettrica italiana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato nè utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply
T2 = 0,0000
T3 = 1.513,6719
T4 = 1.513,6719
T5 = 1.513,6719
T6 = 1.513,6719
T7 = 1.513,6719 > 4620,391 > 4620,376