• Mercoledì 09 Febbraio 2011 alle 8:59
Il sale fa male al cuore in dosi eccessive secondo recente ricerca su sana alimentazione

Cresce il consumo di sale nella cucina degli italiani. Nel Belpaese il consumo medio di sale procapite e di circa 11-12 grammi al giorno, il doppio rispetto a quanto raccomandato dall'Organizzazione mondiale della sanità. Moltissimi studi hanno dimostrato che c'è un legame molto stretto tra la quantità di sale che assumiamo con il cibo, la pressione alta e le malattie correlate. L'eccessivo consumo giornaliero di sale è, infatti, uno dei principali responsabili dell'ipertensione e delle malattie cardiovascolari derivanti da essa e sembra, inoltre, favorire l'insorgenza del cancro gastro-intestinale e dell'osteoporosi.


Di conseguenza, ridurre il consumo di sale significa ottenere benefici per la salute, significa abbassare la pressione arteriosa, migliorare la funzionalità del cuore, dei vasi sanguigni e dei reni e aumentare la resistenza delle ossa. Ma questa drastica riduzione di sale sembra a volte difficile perché non dipende solo dalla quantità di cui noi abitualmente ne facciamo uso, ma anche dalla quantità che ne è già contenuta in diversi alimenti che acquistiamo o che mangiamo fuori casa .Più della metà del nostro introito di sale, infatti, deriva dai prodotti trasformati, in particolare dal pane e dai suoi derivati.

Secondo i ricercatori della Commonwealth Scientific and Industrial Research Organization, bastano 30 minuti per vedere gli effetti del sale sulle arterie e servono due ore prima che scompaiano. Il test è stato condotto su 16 volontari sani ai quali sono state servite zuppe al pomodoro con molto e poco sale. Nel primo caso, l'ecodoppler ha mostrato un ingrossamento del diametro delle arterie, il 50% in più di quanto accade dopo un pasto iposodico. Kacie Dickinson, tra gli autori dello studio pubblicato sull'American Journal of Clinical Nutrition, ha spiegato che “La funzione dei vasi sanguigni è uno dei primi stadi di aterosclerosi, che nel tempo può portare a ostruzioni nei vasi sanguigni causano infarti e ictus”.

Video: Gli effetti dell'uso del sale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato nè utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply
T2 = 0,0000
T3 = 0,0000
T4 = 0,0000
T5 = 1.562,5000
T6 = 1.562,5000
T7 = 1.562,5000 > 76985,25 > 76985,23