• Martedì 05 Ottobre 2010 alle 8:59
Auto elettriche: incentivi in arrivo anche in Italia?

Stanno diventando sempre più i governi pronti ad appoggiare la crescita e lo sviluppo di auto elettriche, assicurando anche incentivi tesi a dare una spinta a questo nuovo mercato. Spagna, Irlanda, Francia e Inghilterra hanno già promesso incentivi, anche l'Unione Europea dice di perseguire una strategia verde che ne favorirà la diffusione, e la Cina lancia un programma pilota su cinque città per la loro sperimentazione ed offre fino a 7.200 euro di contributo statale per l'acquisto. Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha promesso 10.000 dollari di incentivo. In Italia, invece, come in Germania, ancora non si hanno incentivi all'auto elettrica, ma qualcosa sembra muoversi.


Sotto la pressione dell'industria automobilistica, per cui molti costruttori sono pronti a inserire nei listini l'auto elettrica, è stata presentata ufficialmente, al convegno di FareAmbiente ‘Mobilità Sostenibile: Vantaggi e prospettive dell'elettrico in Italiap’, la proposta di legge depositata dall'onorevole Agostino Ghiglia in favore della mobilità a zero emissioni e che si propone di supportare lo sviluppo della mobilità a zero emissioni nel nostro Paese attraverso un programma di interventi strutturati. Tra questi figurano un incentivo di 5.000 euro all’acquisto di veicoli elettrici, il finanziamento del 50% dei costi d’infrastruttura delle amministrazioni locali, vantaggi fiscali per l’acquisto di veicoli elettrici e per l’installazione di infrastrutture di ricarica, tariffe vantaggiose dell’energia utilizzata per la ricarica, l’obbligo per nuovi edifici ed edifici in ristrutturazione di dotarsi di infrastrutture di ricarica, e incentivi per l’installazione di infrastrutture di ricarica negli edifici già esistenti.

Nel frattempo, sono già molti i grandi costruttori che hanno si all’auto elettrica. Renault, per esempio, a partire dal 2011 lancerà una gamma completa di veicoli elettrici presentata al Salone di Parigi e costata 4 miliardi di euro. A far parte delle novità ci saranno Renault Kangoo Express Z.E, Renault Fluence Z.E, Renault Twizy, biposto elettrica cittadina, ordinabile online, e ricordiamo che in Italia, Renault è impegnata in un progetto di partnership con le principali amministrazioni comunali e compagnie elettriche, come dimostra la partnership con A2A, multiutility leader nella distribuzione dell’elettricità in Lombardia. L’accordo prevede la realizzazione di un progetto pilota, battezzato E-MOVING, fra il secondo semestre 2010 e il primo semestre 2011 nelle città di Milano e Brescia. Il progetto prevede la possibilità di mettere a disposizione di clienti privati e società 60 veicoli Renault Z.E. (Kangoo Express Z.E. e Fluence Z.E.), insieme ad un’infrastruttura di 270 punti di ricarica he sarà implementata nelle due città.

Video: Renault Z.E.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato nè utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply
T2 = 0,0000
T3 = 0,0000
T4 = 0,0000
T5 = 0,0000
T6 = 0,0000
T7 = 0,0000 > 4704,021 > 4704,021