• Venerdì 15 Luglio 2011 alle 7:59
Nucleare: il Giappone verso il graduale abbandono dell?ÇÖatomo.

Il governo giapponese ha annunciato di voler ridurre progressivamente la sua dipendenza dall’energia nucleare e puntare sempre di più verso le fonti rinnovabili ed eco-sostenibili. E’ quanto annunciato dal premier Naoto Kan, dopo quanto accaduto alla centrale nucleare di Fukushima in seguito al devastante tsunami che ha colpito il Giappone. Il presidente giapponese aveva già annunciato di voler ridurre la sua dipendenza dall'energia atomica installando pannelli solari su tutti i tetti entro il 2030, soluzione passata poi in secondo piano dopo le affermazioni del ministro dell'Economia, del Commercio e dell'Industria Banri Kaieda che aveva rilanciato dicendo che: “l'atomo resta uno dei pilastri della nostra politica energetica”.

Il premier ha invece affermato che, nonostante il blocco di 35 reattori su 54, il Paese ha una produzione energetica sufficiente per far fronte al fabbisogno del Paese, sia in estate che in inverno. E ha concluso dicendo che “la tecnologia nucleare non è qualcosa che possa essere gestita con misure di sicurezza convenzionali; per questo è doveroso affrancarsi dal nucleare, anche se è prematuro stabilire fin da ora un termine.

La politica di graduale abbandono dell’atomo annunciata dal premier giapponese guiderebbe gli impegni del paese verso maggiori misure e nuove politiche a sostegno delle energie rinnovabili, fotovoltaico ed eolico, per la fornitura di energia necessaria, fino alla completa eliminazione del ricorso all’energia nucleare.

Video: Il futuro nucleare del Giappone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato nè utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply
T2 = 1.513,6719
T3 = 1.513,6719
T4 = 1.513,6719
T5 = 3.100,5859
T6 = 3.100,5859
T7 = 3.100,5859 > 4058,813 > 4058,782