• Giovedì 26 Marzo 2015 alle 9:59
Expo 2015 e raccolta differenziata: produzione rifiuti e obiettivi da raggiungere. Il piano

Partirà il prossimo primo maggio il tanto atteso evento dell’Expo 2015 di Milano, grande occasione del capoluogo lombardo per diventare vetrina di innovazione e nuove pratiche di benessere e di salvaguardia dell’ambiente, evento per cui si stima saranno prodotte 70-80 tonnellate di rifiuti al giorno, 130 tonnellate nei festivi, per un totale di 17 mila tonnellate, secondo le previsioni del direttore generale della divisione sales & entertainment di Expo 2015, Piero Galli. E’ proprio per ‘fronteggiare’ questi numeri che Expo ha siglato un accordo con Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi) per un sistema di raccolta differenziata e la promozione di un programma di Economia Circolare.

Galli ha spiegato che “L'obiettivo è di raggiungere il 70% di raccolta differenziata, una soglia superiore a qualsiasi altra grande città europea. E la prima volta che gli organizzatori di un'Expo si danno un obiettivo di questo tipo. Sarà fondamentale il lavoro dei volontari e il coinvolgimento dei Paesi partecipanti. Nei sei mesi di Expo sono previsti 27 milioni di pasti consumati. Il traguardo è recuperare almeno il 40% di quello avanzato, compatibilmente con le norme di sicurezza.

L'accordo tra Conai ed Expo prevede l'istallazione di un ‘contatore ambientale’ che servirà a misurare i benefici ambientali, economici e sociali generati dalla corretta gestione dei rifiuti e che sarà aggiornato periodicamente in collaborazione con Amsa-Gruppo A2A. Il ‘contatore ambientale’ misurerà le emissioni di CO2 evitate e la quantità di rifiuti sottratta alla discarica e avviata al riciclo.

Video: Expo 2015 di Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato nè utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply
T2 = 0,0000
T3 = 0,0000
T4 = 0,0000
T5 = 0,0000
T6 = 0,0000
T7 = 0,0000 > 58039,46 > 58039,46