• Giovedì 12 Maggio 2011 alle 8:59
Cambiamenti climatici danneggiano prezzi cibo e connessioni wifi. La situazione

L'aumento dei prezzi del cibo degli ultimi anni sarebbe legato agli effetti del riscaldamento globale: questo quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Science. Secondo lo studio, i cambiamenti climatici hanno avuto un impatto negativo sulla produzione del grano e del mais quantificabile fra il 3% e il 6% nelle ultime tre decadi e questa riduzione, combinata con l’aumento della domanda e i fenomeni speculativi, ha portato ad un aumento medio dei prezzi del 20%. Il paese maggiormente colpito è la Russia dove l’aumento delle temperature e le variazioni della piovosità hanno portato un -15% nella produzione di grano.


Gli studiosi della Stanford University e della Columbia University hanno evidenziato che questa riduzione equivale all’intero raccolto di un paese come la Francia, il più grande produttore dell’Unione europea. Secondo quanto riportato dallo studio, l’aumento della temperatura riduce la produzione di materie prime con un’inevitabile ricaduta sui prezzi che si alzano inevitabilmente e finiscono per divenire decisivo acceleratore per l’instabilità politica nelle regioni più povere del mondo, come accaduto per esempio nei Paesi Mediorientali. Ma gli effetti negativi di questo meccanismo si ripercuotono anche nella crescita esponenziale delle popolazioni del terzo mondo che muoiono di fame e che sono i primi ad essere colpiti da una variazione positiva del prezzo del grano.
 

Ma l’aumento del prezzo dei cibi non è l’unico effetto negativo legato ai cambiamenti climatici. In altre misure ed effetti, essi agiscono anche sul funzionamento delle infrastrutture di comunicazione, per cui è diventato necessario che le aziende pensino a soluzioni più adatte per evitare l’interruzione dei servizi, minimizzando il potenziale danno a lungo termine e il costo per l’economia. L’avviso arriva da un report pubblicato sul sito istituzionale dal Dipartimento per l’ambiente del governo inglese.

Secondo il Segretario di Stato per l’ambiente, Caroline Spelman, infatti, l’innalzamento delle temperature globali può ridurre la copertura delle comunicazioni wireless, i temporali possono influenzare la qualità del segnale, mentre estati secche e inverni umidi potrebbero danneggiare i cavi interrati. Il report sembra mettere in evidenza il pericolo derivante dai cambiamenti climatici nei paesi più tecnologicamente avanzati, con un rischio addirittura superiore a quello che potrebbero correre i paesi in via di sviluppo, i più minacciati da siccità, inondazioni e aumento del livello dei mari.

Video: Effetti cambiamenti climatici sul nostro Pianeta

Video: I cambiamenti climatici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato nè utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply
T2 = 1.562,5000
T3 = 1.562,5000
T4 = 1.562,5000
T5 = 1.562,5000
T6 = 1.562,5000
T7 = 1.562,5000 > 81943,63 > 81943,61